5/18/2016 News
ACIDO IALURONICO
REGOLATORE DELL’INFIAMMAZIONE

L’acido ialuronico è un biopolimero ad alto peso molecolare.

La sua struttura lineare è costituita da unità disaccaridiche ripetute. Una singola unità è composta da N-acetilglucosaminoglicani e acido glucuronico.

L’acido ialuronico è il maggior componente della matrice extracellulare (ECM).

A parte il suo ruolo strutturale di sostengo, l’acido ialuronico può influenzare la crescita e la proliferazione cellulare, differenziazione e migrazione, angiogenesi, così come l’infiammazione e la funzione delle cellule immuni attraverso l’interazione con specifici ricettori.

Durante l’infiammazione, l’acido ialuronico ad alto peso molecolare è degradato in piccoli frammenti da enzimi (Hyaluronidasi) e radicali liberi.

 

E’ oramai assodato che l’effetto dell’acido ialuronico sulle cellule immuni dipendono direttamente dalle sue dimensioni molecolari.

L’acido ialuronico ad alto peso molecolare può partecipare tenendo sotto controllo l’infiammazione mentre quello a bassi pesi molecolari possiedono effetti pro infiammatori e attivano le cellule immuni.

 

Attraverso l’interazione con recettori di superficie ( CD 44 – RHAMM – TLR4 ) i frammenti di acido ialuronico stimolano  le cellule immuni e facilitano  la produzione di citochine e specie reattive dell’ossigeno  ( ROS) così come di altri fattori che partecipano all’infiammazione.

L’acido ialuronico può dunque essere un importante regolatore dell’infiammazione.

 

I frammenti a basso peso molecolare rilasciano segnali al tessuto danneggiato e mobilizzano le cellule immuni, mentre le forme ad alto peso molecolare modulano la funzione delle cellule immuni e prevengono le esacerbazioni eccessive dell’infiammazione ( Krasimski R. 2007) .

 

Evidenze schiaccianti oggi suggeriscono che l’HA funziona biologicamente come molecola anti- infiammatoria endogena, risolvendo l’infiammazione acuta e cronica in vivo.